colorimetria
logo
unnamed
associazione futura memoria

facebook
instagram
whatsapp
associazione futura memoria
associazione futura memoria
loghi (2)
loghi (1)

ASSOCIAZIONE FUTURA MEMORIA

PIAZZA F. MATTEUCCI 11 - 50013 

CAMPI B.ZIO (FI)

CODICE FISCALE 94218760489

info@afmemoria.it

viaggi@afmemoria.it

055 0106732

sfondi sito

© Copyright 2023 - Associazione Futura Memoria - Tutti i diritti riservati

Iscrizione Atto Dirigenziale n.3433. N° iscrizione 1073. 

 C.F.: 94218760489  PEC: afmemoria@pec.it

afmemoria

Cookie Policy              Privacy Policy

I contenuti di questo sito sono distribuiti con licenza Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 4.0 Internazionale.

Fu il più grande complesso di campi di concentramento realizzati dal Regime Nazista ed ebbe un ruolo fondamentale nell’attuazione della Soluzione Finale: il piano nazista  per assassinare gli Ebrei d'Europa. 

 Divenne rapidamente il più efficiente centro di sterminio della Germania nazista e simbolo universale del lager, ossia “fabbrica di morte”.

 

 

IL COMPLESSO

Ricopre 40 chilometri quadratie, all’interno di questa superficie, erano presenti alcuneaziende modello, agricole e di allevamento, dove i deportati venivano sfruttati, volute da Adolf Hitler.

È situato vicino alla città polaccadi Oswiecim e comprende, oltre i 45 sottocampi, tre campi principali: Auschwitz I (maggio 1940); Auschwitz II o Auschwitz-Birkenau (gennaio1942); Auschwitz III o Auschwitz-Monowitz (ottobre 1942). 

Tutti e tre i campi principali inizialmente erano destinati ai prigionieri selezionati per i lavori forzati ma, in seguito, il campo di Birkenau divenne anche centro di sterminio e, tra il 1940 ed il 1944, vi morirono più di 1.000.000 di prigionieri (la maggior parte ebrei).

Nel novembre 1943, Auschwitz-Birkenau e Auschwitz-Monowitz vennerotrasformati in campi dì concentramento autonomi e, un anno esatto dopo,  il primo dei due venne unito ad Auschwitz ed il secondo venne ribattezzato con il nome di Monowitz.

 

Auschwitz I

La sua costruzione, basata su di una caserma abbandonata dell’artiglieria polacca, iniziò nel maggio 1940; fu il primo ad essere realizzato vicino a Oswiecim ed è il campo principale. Era un Konzentrationslager (campo di concentramento) e fu reso operativo dal giugno 1940.

Durante il primo anno di esistenza, le SS e la polizia liberarono un’area di circa 40 chilometri quadrati decretandola “Zona di Sviluppo” ad esclusivo uso del campo ed aumentarono il numero di prigionieri destinati ai lavori forzati, così da poter allargare i confini del campo. I primi prigionieri furono sia criminali recidivi tedeschi trasferiti

da Sachsenhausen, sia prigionieri politici polacchi trasferiti da Lodz (già detenuti 

a Dachau e a Tarnow).

 

Fu costruito con tre obiettivi:

  1. Incarcerare a tempo indeterminato i nemici del regime nazista e delle autorità tedesche d'occupazione in Polonia;
  2. Avere rifornimento continuo di manodopera da destinare ai lavori forzati nelle imprese di proprietà di membri delle SS;
  3. Eliminare fisicamente piccoli gruppi all'interno della popolazione.

 

Presentava una camera a gas e un crematorio: venne costruita la prima camera a gas provvisoria al di sotto del Blocco 11 e, in seguito, ne venne ricavata una più grande è permanente dall’obitorio del Crematorio I, in un

edificioseparato.

Durante l’estate e l’autunno del 1941, cominciò ad essere utilizzato il gas ZyklonB e, in questo periodo,fu testato per la prima volta come strumento di sterminio ad Auschwitz I: il suo successo portò all’adozione di quest’ultimo in tutte le camere a gas del complesso di Auschwitz.

 

Nel Blocco 10 era presente un ospedale dove i medici delle SS effettuarono esperimenti pseudo-scientifici su neonati, gemelli, pazienti affetti da nanismo e sottoposero molti adulti alla sterilizzazione, alla castrazione e a prove di ipotermia.

 

Il Muro Nero, situato tra il crematorio e l’ospedale, era destinato alle esecuzioni di migliaia di prigionieri.

 

Furono uccise circa 70.000 personein vari modi:camere a gas, condizioni lavorative, esecuzioni, percosse, torture,malattie, fame ed esperimenti medici.

 

 

auschwitz-birkenau_006.jpeg

IN AGGIORNAMENTO